It’s a mint rocking horse first birthday!

 

foto 1 (1)

foto 2

Andrea è nato il 18 aprile e non avrei potuto desiderare stagione migliore, amo follemente la primavera: le giornate miti e le ore di luce in più, ti sembra ti avere sempre più ore a disposizione per fare cose, ma la giornata resta comunque di 24 ore. E io avrei bisogno di una giornata di 48 per tutto quello che vorrei fare.

Ho iniziato a pensare al primo compleanno dopo il Battesimo. Non vorrei sembrarvi pazza, ma tra le cose che mi piacciono di più c’è quella per organizzare gli eventi e per i DIY, e il primo compleanno di mio figlio sarebbe dovuto essere perfetto e tutto (o quasi) rigorosamente hand made: dalle torte alle decorazioni, dal buffet salato ai cupcakes, dagli inviti per i baby ospiti al quadretto come ricordo del primo compleanno. Ho iniziato a buttare giù idee un paio di mesi prima. Con un bambino piccolo ho imparato quanto sia importante l’organizzazione, credo sia la chiave per riuscire a fare tutto.

E’ stata  una festa che porterò nel cuore e sono davvero felice di averci dedicato così tanto tempo ed energie. Mi sento quindi di darvi un consiglio: prendetevi del tempo per pianificare questi momenti di pura gioia che vi rimarranno per sempre.

Come prima cosa ho scelto il tema e i colori. Andy ha una passione: il suo cavallino a dondolo e non ho avuto dubbi, quello sarebbe stato il tema della sua prima festa di compleanno, lo trovo così romantico e molto baby. I colori? Menta e royal blue.

Vi lascio alle foto!

I nostri outfit: ho scelto per entrambi un look vagamente vintage sui toni del blu, per la mamma: gonna a ruota a vita alta, con décolleté blu, una blusa di seta blu e collana abbinata. Baby Andy invece sfoggiava una salopette a righine sul blu, cardigan, papillon e scarpe blu.

m+a ballons

 

imageimageimage

I pon pon li ho realizzati in tulle bianco e successivamente li ho pitturati con lo spray color menta. Sotto i pon pon ho steso un paio di nastri blu con attaccate le foto più belle di Andrea, scattate durante questo suo primo anno di vita.

image

Il tavolo dei dolci è stato allestito in maniera vagamente vintage, ho usato alzatine, bottiglie e barattoli di vetro. Dolci fatti in casa: torta di mele, torta di cacao e pere, cupcakes e due crostate con marmellata bio che mi ha fatto la mamma di una mia cara amica. Nel barattolo ho sistemato meringhe color menta. Le bibite sono state versate nelle bottiglie di vetro con etichette personalizzate. Non mi piacciono le cose troppo commerciali e la bottiglia della Coca Cola non mi ci diceva proprio niente. Su delle alzatine più piccole ho sistemato i biscotti prima infanzia vista l’età dei nostri ospiti. Nelle cassette della frutta che sono state pitturate e decorate ho sistemato in una i biscotti “ricordo”, in un’altra delle bottigliette con spremuta fresca d’arancia  che sono state decorate con dei confettini di zucchero e cannucce di carta a pois. Nell’ultima cassetta, quella più piccola ho sistemato il tableware che comprendeva: niente plastica, ma piatti di carta, tovaglioli e posate in legno. Nel secchiello di latta c’erano gli spiedini di Marshmallow che non ho fatto in tempo a fotografare, si sono volatizzati all’istante! imageimage

image

image

image

image

image

Per il salato ho realizzato con dei piatti “scompagnati” e bicchieri un alzata a 3 piani che ho pitturato color menta (ho pitturato tutto color menta, nel caso in cui non l’aveste ancora notato!) e su cui ho sistemato: pizzette, cestini di pane con insalata russa e tramezzini tonno e maionese. Il quasi marito ha preparato un cocktail analcolico alla frutta. Ah, ho realizzato anche un mazzo di fiori commestibile: tramezzini farciti con prosciutto cotto e maionese.

image

image

I miei tramezzini e cestini con insalata russa nel dettaglio, ovviamente a tema:

image

image

imageimageimageimageimageimage

image

Chi mi segue su Instagram già li ha visti, questi sono i biscotti “ricordo” che ho realizzato come regalino di ringraziamento per gli invitati.

image

Non vi nego che non è stato facile realizzare tutto questo da sola, ma esserci riuscita mi ha reso davvero soddisfatta e felice.

I numeri di questo primo party?

8 kg di torta

circa una quarantina di invitati, tra cui:

16 toddler e 4 bebè

30 palloncini blu e color menta

27 regali da scartare

infinita felicità per il suo 1 anno.

Spero che questo post vi possa essere stato utile e che vi serva per prendere qualche spunto! Se avete domande o volete chiedere qualche consiglio lasciate pure un commento che vi risponderò molto volentieri!

 

 

Lo stile del mio baby boy.

MOCASSI

La domanda più assurda e fastidiosa: “vuoi un maschietto oppure una femminuccia?” Me la sono sentita ripetere per ben 9 mesi. -.-‘ Che assurdità, come se si potesse scegliere il sesso del proprio bambino. In tutta sincerità, nonostante io sia un’estimatrice del rosa, non mi è mai importato. In ogni caso lo volevo scoprire il prima possibile per dar sfogo al tanto atteso, sognato e desiderato: SHOPPING PER IL BABY. Tutto doveva essere perfetto per la sua nascita. E poi si sa, lo shopping in gravidanza aiuta a superare le nausee mattutine.

Premesso che non sono ancora psicologicamente pronta all’ acquisto di robe tipo Gormiti, Schifidols (o come si chiamano), mostri e trattori vari… e non potendo acquistare niente di rosa e di Hello Kitty – argomento su cui sono molto ferrata – ho scelto uno stile da piccolo lord per Andy, qualcosa sporty chic, e uno stile navy  proprio da marinaretto.

Adoro le righe bianche e blu, ma anche le righe bianche e rosse e lo stile navy. Lo trovo molto chic e raffinato. Ecco, io la prima tutina che vedete la adoro.MARINERETTO

RIGHE BLU BIANCHE

Mi piace il bianco e il beige.

COMPLETO BEIJE

 

Mi piacciono le calzette stile Prince George tirate su. Odio profondamente le maglie con stampe di cartoon, con scritte senza senso, con la scritta della marca a caratteri cubitali sul petto, le scarpe “troppo da ginnastica”.

Processed with Moldiv

Mi piacciono i mocassini, i sandali con gli occhietti, e le converse (se proprio devo metterli qualcosa di sportivo). Mi piacciono le salopette. E i cardigan blu. I gilet. I papillon.

PAGLIACCETTO CAVALL

Mi vengono gli occhi a cuoricino con i pagliaccetti celesti con le coscine di fuori e le felpe di peluche con le orecchie.
Processed with Moldiv

Eh si, mi sono innamorata della nuova collezione A/W di H&M baby.

Insomma, mica vero che non ci sono cose deliziose per i maschietti!

Voi su che stile siete per i vostri ometti?

PS: perdonate alcuni vestiti da stirare… in foto le piege si vedono ancora di più!

Buon inizio settimana a tutti.

DIY: Inviti per il suo Battesimo – Hand Made.

IMG_1333

Tra neanche un mese ci sarà il Battesimo del mio principino, fino a una settimana fa non c’era praticamente niente di pronto se non il mio outfit. Ieri, approfittando di un sonnellino del pupo durato, udite udite: ben 4 ore e mezza! (Qua non ci sono le “donnine che ballano”, quelle che si trovano tra le emoction di Instagram per esprime la mia gioia o forse ci sono e io non le trovo – probabile!) ho realizzato gli inviti!

Per questo DIY ho usato:

  • Mushroom bird – si chiamano così, dopo svariate ricerche su Google alla ricerca di: “uccellini decorativi”, “uccellini per bomboniere”, “uccellini finti”, “uccellini di gommapiuma”, “decorative birds”, “uccellini per faidate”, “uccellini per D.I.Y.”…  una buon’anima li ha chiamati con il loro nome. Ho digitato “Mushroom bird” su Google e mi si è aperto un mondo fatto di shop online su cui poterli acquistare.

IMG_1325

1

  • Tela adesiva bianca
  • Fogli di carta A4
  • Colla a caldo
  • Una stampante non troppo sofisticata (dopo capirete il perché…)
  • Nastri e nastrini
  • Tasselli di legno da 4 cm
  • Forbici, ferro da stiro, PC.

Come prima cosa ho ritagliato e stirato la tela adesiva su fogli di carta A4 (se non la conoscete, la tela adesiva è una stoffa particolare che al contatto con il ferro da stiro si attacca su un’altra superficie) fatto questo, ho inserito un foglio alla volta nella stampante e con le dita incrociate ho avviato la stampa. (Il segreto della stampante non troppo sofisticata è che nel caso in cui la stoffa si incepperà – come è successo a me tipo una ventina di volte – potete tranquillamente aprire lo sportello e tirarla via, senza troppe menate. Io ho fatto così. Non mi assumo la responsabilità delle vostre stampanti, lo sanno tutti che sono fatte per stampare su dei banalissimi fogli di carta, ma la mia idea era quella di realizzare dei nastri di stoffa personalizzati.

Ho ritagliato la stoffa ancora attaccata alla carta (vi consiglio di staccarla dopo, così sarà più facile tagliare le varie strisce di stoffa).

IMG_1326

(Il bambino dormiva, l’altro bambino, quello peloso che vedete in foto, no. -.-‘)

Con la colla a caldo ho attaccato il lato destro del nastro di stoffa stampato al tassello e l’ho arrotolato su se stesso, dopodiché l’ho fermato con un fiocco celeste. Come ultima cosa, sempre con la colla a caldo ho incollato il piccolo Mushroom Bird!

Il testo dell’invito è: “Un uccellino mi ha detto che sei stato invitato al Battesimo di Andrea, domenica… “(seguono i dettagli: data, luogo e rinfresco).

IMG_1339

IMG_1337

Che ne dite, vi piacciono questi inviti hand made?

Vi auguro un buon weekend!